Attività e modello operativo

Le attività proposte durante il camp prenderanno spunto anche dai principi della Terapia Ricreativa: processo attraverso il quale tutte le attività del programma vengono presentate ai ragazzi e alle famiglie sotto forma di SFIDA costruttiva e senza competizione che porti anche ad un piccolo SUCCESSO; SCELTA del ritmo a cui procedere e dei LIMITI; COLLABORAZIONE del gruppo; RIFLESSIONE per comprendere come si è arrivati a quell'obiettivo; SCOPERTA di nuove compe-tenze gratificanti per l'autostima; ricerca del DIVERTIMENTO in tutte le attività.

Avviate le attività, i ragazzi apprenderanno la scherma secondo delle fasi che si susseguiranno, in particolare si passerà da una fase introduttiva, con cui si prenderà dimestichezza con lo spazio, con il proprio equilibrio, con l'arma e con i valori della scherma, a una seconda fase più tecnica in cui si comincerà ad acquisire le regole fondamentali e i movimenti, e infine si procederà al confronto con un altro avversario.
Ogni fase sarà adattata al ragazzo e alla sua età.

Inoltre, i ragazzi riceveranno un diario "di bordo", in cui registrare periodicamente i propri progressi, sia sportivi sia sociali e personali. Inoltre, essi saranno anche sensibilizzati sulla Virtù di accogliere tutti i bambini nel gruppo.

Oltre alla scherma saranno proposte altre attività ricreativi e formative che vedranno i giovani partecipanti coinvolti come organizzatori e fruitori, non solo come destinatari:

-
gite sul territorio;
-
partecipazioni a eventi e ad altre attività sportive;
-
scoperta della storia e della cultura del territorio.


L'organizzazione di tali attività renderà necessaria un'analisi dell'accessibilità dei luoghi e dell'inclusività delle esperienze proposte, rendendo così esplicite le tematiche di fondo del camp e facilitando la riflessione e il confronto diretto.

I partecipanti saranno coinvolti nella documentazione delle attività dell'esperienza attraverso la produzione di materiale Foto & Video.

 

 


e-mail:
schermaforall@gmail.com